sabato 6 marzo 2010

L'Artista del mese




Genio e follia ( 1853-1890)Figlio di pastori, Vincent Van Gogh nacque il 30 marzo 1853 a Groot-Zundert, vicino a Breda (Paesi-Bassi). A partire dal 1869, lavoro' nel mercato dell' arte a La Haye, Londra e Parigi. Oltre a cio', Van Gogh desiderava frequentare dei corsi a Bruxelles per diventare predicatore laico. Non fu tuttavia selezionato per prendere parte al corso e si reco', senza formazione specifica, in una regione mineraria del Belgio dove fu predicatore e insegnante. Nel 1879, decise di diventare pittore e si mise sotto la protezione artistica di suo cugino A. Mauve negli anni dal 1883 al 1885, disegnando e dipingendo a fianco di suo padre a Neuen. Fino ad allora, aveva dipinto con dei colori terrosi e pesanti, cosa che cambio' al suo arrivo a Parigi nel 1885.Li viveva suo fratello Théo che lo sostenne finanziariamente e lo fece conoscere come pittore impressionista. La sua tavolozza di colori divenne più chiara e più gaia.Nel 1888, lascio' Parigi per trasferirsi ad Arles. Il suo stato psichico peggioro' rapidamente, tant' è che fu internato nel 1889 all' ospedale di Arles, e poi a quello di Saint-Rémy. Lo stesso anno, a causa dei suoi problemi mentali, arrivo' al punto di aggredire il suo amico Gauguin, che si era recato a trovarlo. Avvenne quindi un progressivo distacco dagli amici, cosa che porto' Van Gogh a tagliarsi l' orecchio. Decise infine, nel 1890, di recarsi a Auvers-sur-Oise nei pressi di Parigi dal Dottor Gachet, che era un pittore dilettante ed un grande ammiratore degli impressionisti. Il 27 luglio 1890 si sparo' un colpo di pistola e mori 2 giorni più tardi.In Provenza, Van Gogh sviluppo' uno stile artistico particolare fatto di colori vivaci e caldi, che si distacca dall' impressionismo classico.Con il suo stile, divenne, assieme a Gauguin, Cézanne e Munch, uno dei precursori del fauvismo e dell' espressionismo.Sebbene abbia vissuto praticamente in miseria, dipendendo finanziariamente da suo fratello, le sue opere sono oggi tra le più conosciute e costose del mondo.


2 commenti:

  1. Adoro van gogh e tutti gli artisti un pò folli in generale.
    Tra simili ci si intende...
    non che io sia un'artista intendiamoci..
    mi riferivo ai folli ^_^

    Ciao Adele.

    RispondiElimina
  2. la follia è un ottimo pregio... evviva i folli!
    ciao

    RispondiElimina