martedì 20 dicembre 2011

giovedì 8 dicembre 2011

TANTI AUGURI DI BUONE FESTE A TUTTI I PASSANTI!
Vi lascio un pensiero "natalizio":

"... avimma essere contenti ‘a notte ‘e Natale.

è una notte speciale. Maggica! E perciò, se tenimmo paure e brutte penzieri che nce ‘schiattano ‘o core, che nce stregnene ‘o pietto e ‘o cervello dinto ‘a morza, nce l’avimma scurdà, ppe na notte sola, e avimma sperà... a speranza che ‘e ccose, ‘o journo appriesso, cagnene!
Simme tutte eguale ‘a notte ‘e Natale: 'o bbono, ‘o malamente, ‘o viecchio, ‘o giuvine… 'o povero e ‘o ricco!
Tutte avimmo ‘o stesso desiderio, ‘a stessa speranza… e tutte simme cchiù bbone, cchiù brave. Pure vui cca’ assettate... e nuie sperammo che nce perdunate se avimmo strafatto, se avimmo sbagliato e col cuore mmano ve salutammo e ve ringraziammo."
M.A.P.

giovedì 1 dicembre 2011

PREMIO NAZIONALE "BEATO GIOVANNI PAOLO II" LA FORMICA COOP, SOCIALE

   
1° EDIZIONE PREMIO NAZIONALE DI DRAMMATURGIA

“BEATO GIOVANNI PAOLO II”

(corti sacri ispirati al Vangelo)
SCHEDA DI PARTECIPAZIONE
(da spedire per posta raccomandata insieme al curriculum della Compagnia e un DVD di un lavoro svolto)



La Formica Coop. Sociale





La Formica Coop. Sociale

presenta


1° EDIZIONE

PREMIO NAZIONALE DI DRAMMATURGIA

“BEATO GIOVANNI PAOLO II”

(corti sacri ispirati al Vangelo)






Regolamento

Art. 1 – E’ indetta la 1° edizione del Premio di Drammaturgia “Beato Giovanni

Paolo Il”, che ha lo scopo di favorire la conoscenza e la diffusione, attraverso il

teatro, della fede e della cultura cristiana.

Art. 2 – Il bando è rivolto a tutte le compagnie teatrali presenti sul territorio dello

stato, PROFESSIONISTE E AMATORIALI, purché giuridicamente costituite.

Queste dovranno inviare, insieme alla domanda di partecipazione, un curriculum

dell’attività artistica svolta con un DVD che riproduce uno degli spettacoli messi

in scena, entro e non oltre il 31.01.2012, con raccomandata al seguente indirizzo:

Alfonso Piccirillo - Via De Michele n. 36 – 71038 Pietramontecorvino (FG). Non è

previste alcuna tassa o contributo di iscrizione.

Art. 3 - Una commissione tecnica selezionerà solo otto compagnie tra le

domande pervenute che concorreranno al premio e comporranno il cartellone

della rassegna teatrale, che si svolgerà nei giorni di sabato 14 e domenica 15

aprile 2012 presso il cine-teatro Luigi Zuppetta di Castelnuovo della Daunia.

Art. 4 – Le compagnie non ammesse alla prima edizione, a causa del limitato

numero previsto per la composizione del cartellone, che prevede solo 2 giorni

con l’esibizione di n. 4 compagnie per serata, saranno tenute in considerazione

nelle successive edizioni.






Comune di

Castelnuovo della Daunia






Art. 5 – Le compagnie selezionate, avvisate entro il 15 febbraio 2012, dovranno

preparare uno spettacolo teatrale in prosa della durata massima di 15 minuti

tratto da personaggi, parabole, fatti e vicende del Nuovo Testamento (dai quattro

Vangeli sino all’Apocalisse). I testi rappresentati, seppure liberamente adattati

ed elaborati secondo il gusto e la fantasia del regista e con le forme espressive a

lui più congeniali, devono essere, nello spirito, rispettosi della verità di fede.

Art. 6 – Data la breve durata delle rispettive rappresentazioni e l’esibizione di n.

4 compagnie per serata, le scene devono essere essenziali (se non simboliche) e

facili nell’allestimento, pertanto è prevista una durata massima di 5 minuti per

ogni cambio scena. La strumentazione tecnica è messa a disposizione

dall’organizzazione (impianto audio e luci) ed è previsto l’affiancamento di un

nostro tecnico.

Art. 7 – E’ previsto il soggiorno gratuito ai partecipanti, per le due giornate di

permanenza, presso il Convento Santa Maria Maddalena di Castelnuovo della

Daunia, sino al limite massimo di cinque persone per compagnia. E’ previsto,

altresì, un rimborso forfettario alle compagnie di euro 0,30 per chilometro di

distanza dalla sede legale della Compagnia al Comune di Castelnuovo della

Daunia (FG).

Art. 8 – A conclusione della seconda serata una giuria tecnica e una giuria del

pubblico selezioneranno e premieranno una compagnia vincitrice della rassegna

che riceverà l’artistico medaglione di pregio del “Beato Giovani Paolo II”. Sono

previste, altresì, menzioni e premi speciali per le altre compagnie.

Per ogni chiarimento è possibile contattare la segreteria dell’organizzazione ai

seguenti numeri 333-4739833 - 347-2711112 o scrivere a :

gina.mas@tiscali.it - a-piccirillo@libero.it



1° EDIZIONE PREMIO NAZIONALE DI DRAMMATURGIA

“BEATO GIOVANNI PAOLO II”

(corti sacri ispirati al Vangelo)
 
 SCHEDA  DI PARTECIPAZIONE
(da spedire per posta raccomandata insieme al curriculum della Compagnia e un DVD di un lavoro svolto)


Compagnia

Nome              ____________________________________________________________________
Indirizzo sede _____________________________________________________CAP ___________
Telefono         _______________________ E-mail _______________________________________
Sito internet    ____________________________________________________________________

Eventuale affiliazione a UILT, FITA, FEDERGAT o altri organismi per l'anno 2011 _______________________

Responsabile

Cognome e nome__________________________________________________________________
Codice fiscale_____________________________Nato a_________________ il ___/____/______
Indirizzo         ______________________________________________________CAP __________
Telefono         ________________________ E-mail ______________________________________


La compagnia, per mano del suo responsabile, dichiara:
·         di essere consapevole del fatto che ogni incombenza burocratica per potersi esibire ricade interamente sotto la propria responsabilità (per es. il nulla osta dell'Enpals, l'assicurazione contro gli infortuni, il riconoscimento di eventuali diritti per  l’utilizzo di commenti musicali tutelati dalla SIAE, ecc…);
·         di accettare integralmente il regolamento del bando di concorso;
·         di dare il consenso al trattamento dei dati secondo la normativa vigente.


Luogo e data _____________________________

                                                                                             

                                                                                                 Firma del responsabile

                                                                                  _______________________________________

mercoledì 23 novembre 2011

VOGLIA DI TORNARE... !

Un disegno ripescato tra un vecchio album ingiallito... Polvere di un tempo passato, quando mi illudevo, una delle tante mie illusioni, di saper e poter disegnare!



Per la goduria degli occhi, i miei e i vostri, pubblico alcune meraviglie create dalla mitica Mary Blair:


ma non nego che mi ha preso una smania di riprendere una matita, un carboncino, un pennello e mettermi a disegnare!



La scrittura è un esemplare metodo di fuga dalla realtà, ma non troppo, c'è sempre un pizzico di vero in ciò che si scrive, seppure romanzato o distorto o denaturizzato, ma il senso di libertà, il brivido del volo che ti da una matita che volteggia su un foglio vergine su cui si posa, ora leggera ora greve, come se avesse vita propria, indipendente dalla volontà, è una profonda e indicibile esperienza.


Ciò che la matita fa è trasportare il sogno dal mondo onirico con mille e più dimensioni a quello bidimensionale. Abilità è nella matita che guida la mano, ma è il potere della mente a guidare la matita. Insieme materializzano i sogni, il nulla diviene il tutto e ciò che non è, è!
La fantasia crea ciò che non esiste e, ah sì, ti porta ovunque!
Spesso immagino e ciò che immagino solo una matita potrebbe crearlo!
Il disegno, ah mio primo amore!

A buon intenditor! SICCOME CHE

 SICCOME CHE


siccome che mi piace più essere che apparire

mi sono messo a fare elemosine

discrete e omertose elemosine.

Ho donato nettare di dio

a piccoli esseri che di umano neanche la parvenza

avevano.

Ho elargito oro di Mida

a mistici esseri scalzi e asceti.

Ho sparso petali di rugiada

su capi nudi e su occhi vuoti.

Essere e vivere, essere e morire.

Essere per significare.

martedì 15 novembre 2011

Recensione al libro 6 ORE... POI L'OBLIO


di Daniela Coppotelli

Narrativa - copertina morbida - 240 pagine


Esiste un mondo interiore, infinito, come ho sempre detto, un mondo che nulla ha a che vedere con la ragione e la contingenza. Il nostro io profondo e nascosto, piuttosto immateriale, celato al mondo da strati di materia: ossa, sangue, muscoli; da strati di convenzioni sociali: consuetudini e modi di essere banali e conformisti; da strati di maschere di circostanza sovrapposte, interscambiabili.

Un difficile compito per l’uomo riuscire a controllare e dominare questo multistrato di fenomeni, spesso confusi e amalgamati tra loro a creare nuovi livelli e indicibili miscugli.

Parto da questa mia personalissima considerazione per commentare il libro di Daniela, un libro dal contenuto multistrato, con svariati livelli di interazione e, forse, di conoscenza. Un intenso viaggio introspettivo che l’autrice mirabilmente ci costringe ad intraprendere usando un insolito mezzo di trasporto, non molto chiaro dapprincipio, ma che si delinea in chiaroscuri durante il percorso per emergere in tutta la sua tridimensionalità alla fine del viaggio. Il mezzo in questione, mi permetto di dire, è insolito poiché è diverso a seconda del lettore, sta a questi individuarlo e usarlo nel migliore dei modi.

Ho preso il libro poiché credevo, dall’anteprima on line, che si trattasse di un thriller o un noir, generi che mi appassionano, stranamente, per l’effetto placebo che hanno sulla mia indole, (forse non sono tanto normale!), e incredibilmente mi sono ritrovata a tornare alle mie stranissime e perenni elucubrazioni sull’uomo e ciò che divide il suo di fuori dal suo di dentro. Può sembrare piuttosto folle e, sì, decisamente pirandelliano, ma ho sempre creduto che ciò che separa un malato di mente, tecnicamente si dice schizofrenico, da un sano di mente, tecnicamente si dice ?, sia la capacità di gestire il multistrato di cui parlavo prima. Pensandoci meglio dico che sia la VOLONTA’ di gestire il multistrato di regole sociali e di facce di circostanze.

La vita è in realtà un inganno, un continuo susseguirsi di avvenimenti simili tra loro che si intrecciano, si incrociano, si confondono e si separano a costruire una sorta di labirinto ingannevole, dove scorgi in lontananza una luce, la via di uscita, ma che non raggiungi mai. Così come la vita è una fitta rete in cui uomini “speciali”, quelli che assottigliano il multistrato per avvicinare il loro fuori al loro dentro, si perdono; così il racconto di Daniela ci trasporta in un labirinto stratosferico, ingannevole e mutevole, dove le protagoniste, donne speciali, intrecciano e perdono le loro vite in una corsa folle e disperata alla ricerca della libertà.

E noi con loro, corriamo e ci disperiamo man mano che il tempo passa: 6 ore, 6 ore per uscire, per trovare la libertà, altrimenti… l’oblìo, la fine.

Un viaggio metafisico in un luogo concretamente ben congegnato, opera fine di ingegneria con dettagli meccanici precisi, un luogo emotivamente ben realizzato dove estrinsecare le emozioni più profonde, paure e dolori, ricordi e passioni.

Un viaggio pieno di sorprese quindi, con svolte e deviazioni in cui, ad una profonda ed attenta riflessione, è il lettore a scegliere per capire, finalmente, dove il viaggio finisce. Non lo svelo… fatevi un giro!

Ovviamente, e mi ripeto lo so, ho scritto ciò che questo particolare viaggio mi ha dato.


domenica 13 novembre 2011

ACTOR'S HOUSE



http://www.facebook.com/event.php?eid=248105721903705

ACTOR’S HOUSE

SPECIAL MASTER CLASS con ANNA STRASBERG!!!

350 ORE DI LEZIONE
...
1 SHOW-REEL PROFESSIONALE

3 FILMATI, CORTOMETRAGGI

6 SETTIMANE DI FULL-IMMERSION

6 WORK-SHOP GRATUITI

18 GRANDI ARTISTI PER DIVENTARE UN GRANDE ATTORE!!!

Actor’s House è un innovativo corso di recitazione cinematografica che prevede un piano di studio caratterizzato da una serie di full-immersion della durata di una settimana al mese con 8 ore di lezione giornaliere, per un totale di 350 ore.

Due corsi di studio, ai quali potrai accedere previa selezione effettuata da una commissione e dalla Casting Director Michela Forbicioni (SHAILA RUBIN EUROPEAN CASTING SERVICE)

Gli allievi del primo livello riceveranno al termine dell’anno scolastico un attestato di frequenza, quelli del secondo livello il diploma della scuola. Durante le settimane non impegnate dalle regolari lezioni, gli studenti parteciperanno GRATUITAMENTE a Work-Shop integrativi, condotti da noti professionisti del Cinema Internazionale come Anna Strasberg e Lindsay Kemp.

TRA I DOCENTI…

Giorgio Albertazzi

Lindsay Kemp

Federico Moccia

Alessandro Haber

Fioretta Mari

Rossella Izzo

Vincent Riotta

Luca Ward

Stefano Mioni

Luciano Melchionna

Antonella Terzigni

Andrè De La Roche

Monica Scattini

Gianmarco Tognazzi

MATERIE DI STUDIO

- Acting on Camera
- Tecniche di improvvisazione
- reading e analisi del testo
- Auditioning in English
- Dizione ed uso della voce
- Movimento scenico
- Teatro Danza
- Educazione della voce al canto
- Basi di doppiaggio
- Corso base Stunt per attori…

REALIZZAZIONE di CORTOMETRAGGI e FILMATI: gli allievi parteciperanno alla realizzazione di filmati e cortometraggi. Inoltre verrà realizzato un individuale SHOW-REEL professionale. Uno strumento indispensabile per la carriera di un attore.


PER PARTECIPARE ALLE SELEZIONI MANDARE EMAIL, FOTO E CURRICULUM ad: ACTORSHOUSE@MOVIEMACHINE.IT

LA Movie Machine Production aiuta
SORREGGIMI (www.sorreggimi.it)

Movie Machine Production
c/o Cinecittà Studios Via Tuscolana 1055, Roma
Teatro 6/7 Ufficio n.7
TEL 06.72293567 CEL.3398281386

www.moviemachine.it

MASSIMILIANO CARDIA
GIORDANO AQUILINI

Vi invitiamo a visitare il sito ufficiale della MOVIE MACHINE PRODUCTION: www.moviemachine.it

mercoledì 9 novembre 2011

RacCorti di Scena. Commenti dei lettori

Di seguito alcuni commenti degli amici del ilmiolibro...
chissà che non vi stuzzichino la curiosità!


di Ezio

Voto

...ALTRA E’ LA MEDIOCRITA’

Narrazione apodittica ed effervescente... con qualcosa della scrittura "automatica" di Breton... Elucubrazioni-rimuginii interiori che elaborano e salvificano la "mediocrità" del mondo e una prima parte che mi prende per la gola, mi stuzzica i pensieri da "scrivente"(... e mi riporta alle seducenti e terrificanti sfide della prima stesura: assonanze e "inflessioni" nel gesto di dar forma ad Egoneide). Testo non mediocre ma stimolante e significante...
Voto
Monologhi
Interessante scrittura, aspra e secca. Dubbi, riflessioni, ricordi che sollecitati dall’Autrice ci inducono a riflettere su alcuni termini...: normale, mediocre..., usati e negati come sinonimi.
di Betty
Voto
Leggendo il lettore vive le scene da spettatore. i miei complimenti.
Voto
I dubbi e la fatica dello scrivere perfettamente espressi dall’autrice in questo sincero monologo. Una chicca.
Voto
Libro che si legge benissimo, che tiene incollati fin dalla prima pagina. Grazie alla scrittura vivida, si ha la sensazione di veder scorrere davanti agli occhi la scena e di trovarsi davvero in teatro. Complimenti all’Autrice!
Voto
Complimenti! Si legge tutto d’un fiato e s’immaginano le tavole del palcoscenico che prendono vita.
... e altri ancora e, spero, se ne aggiungano ancora!
Non mi resta che ringraziare e inchinarmi a questo meraviglioso pubblico!

martedì 8 novembre 2011

E adesso... una pausa!


Con wafer alla vaniglia, ahmad tea e i miei RacCorti di Scena!


... Buona Lettura!

C'è un luogo in cui vivo.

Un posto surreale o, per meglio dire, un surrogato della realtà.

In questo luogo vivo, non esisto, vivo solamente, poiché vivere è l'unica ragione d'essere, qui.
...........

Tardi è un termine ambiguo, arbitrario anche, senz'altro soggettivo.
Per questo lo uso, così coloro che lo leggeranno potranno dargli il significato che vorranno. 
Sembrerebbe piuttosto ovvio il suo significato, ma in questo luogo non lo è.

Dire: "mi alzo tardi", non specificando affatto da cosa o da dove, implica un non chiaro significato del vocabolo tardi.
In qualsiasi caso, il tempo mi aspetta. In questo posto insolito, il tempo si ferma, riparte, rallenta, accelera, seguendo i miei ritmi di alzata.

Non è male vivere qui, dopotutto. Certo difficile è abituarsi, ma una volta assuefatto il corpo, regolarizzato il respiro, non si sta male.
...........

... continua.

lunedì 7 novembre 2011

Un Blog davvero Gustoso!!

http://unpizzicodimagia.blogspot.com/2011/11/sapori-e-colori-di-siciliapasta-alla.html

date un occhiata a questo "appetitoso blog"!

Paolo Venusi - Storia di un prete carbonaro


17-18 e 19 novembre

c/o Centro Ricerca Le Arti - Silvestro Regina

Corso Gramsci, 51 - San Severo (Fg)


s p e t t a c o l o


Paolo Venusi

storia di un prete carbonaro


di e con

Francesco Gravino


consulenza storica Giuseppe Clemente consulenza musicale Edgardo Caputo

attrezzeria Sante Nardella organizzazione Laura Nardella grafica Image.com







Rientra nell'ambito delle celebrazioni per i 150 anni dell’Unità d'Italia lo spettacolo, che andrà in scena nei suggestivi sotterranei della Città di Severo nei giorni 17, 18 e 19 novembre.

E' la Storia vista dagli ultimi, quelli che l'Italia l'hanno fatta davvero, lottando e faticando. Paolo Venusi, prete sanseverese che ha partecipato ai moti del 1821 con il generale Guglielmo Pepe, è la biografia di un uomo qualunque è quella stessa Storia vista dal basso, con gli occhi a volte trasognati, a volte sofferti, di chi è stato insieme spettatore e protagonista di avvenimenti tanto più grandi di lui.

La pièce, della durata di venti minuti, è per un gruppo massimo di 10 persone e si svolgerà, salendo il campanile, nei seguenti orari: 20:00 - 20:30 - 21:00.



          

Si accede solo per prenotazione scrivendo a: paolovenusi@libero.it

nella mail indicare nome, giorno e ora.



INFOLINE: 0882/335778 – www.foyer97.it

lunedì 31 ottobre 2011

Una dieta di sicuro effetto? ...

COMMEDIA DELL'ARTE E ODIN TEATRET... e poi...

Semplice, basta digiunare!



Rimedio certo ed efficace.
Al digiuno associare una intensa attività fisica, come, ad esempio, seguire un corso teatrale con Eugenio Barba e Julia Varley...
Sistemi consigliati.

Solo che dopo avere "assaporato" tre o quattro ore di laboratorio intensivo ti piglia una fame, ma una fame che mangeresti qualsiasi cosa! Persino una iguana del Mexico!
Dicono che sia saporita, questione di gusti.
Ponderiamo però che il digiuno è salutare, in molti casi può salvare la vita!
Come dire: in questa zona della terra c'è chi muore per la fame, e in quest'altra zona c'è chi vive per la fame!
Che strabilio!
Resto sempre affascinata dalla eterogeneità dell'umanità e della vita! Fortunatamente io vivo in quest'altra zona... fortunatamente?


Altro connubio sicuramente efficace è quello tra il consueto digiuno ed uno stage di commedia dell'arte, meglio se ci si concentra sul personaggio dello Zanni, oppure sul mitico Pantalone.





Entrambi richiedono una postura forzata con contrazione titanica della muscolatura addominale, dorsale, dei glutei, cosce, braccia, mani, gambe, collo, naso, bocca, orecchie... e denti!
Dopo sei talmente dolorante che difficilmente pensi al cibo, considerando che non potresti mangiare in nessuna delle posizioni abituali, tipo seduto a tavola, o allungato sul divano. Nemmeno in piedi riesci più a stare, cioè in postura eretta, poiché tendi ad assumere la posizione dell'homo erectus! Tutto passa dopo svariate sedute, e cioè quando i tessuti sono diventati totalmente elastici, che al posto dei nervi ci hai le molle e al posto dei muscoli le gigomme! E dopo è tutto un GIOCO! Un meraviglioso flusso di movimenti elastici e fluidi dove mente e corpo viaggiano indissolubili e occupano spazi e volumi in perfetta armonia. E ci si sente belli e invincibili.
Per davvero!
Una fatica che ripaga, certamente, ma come tutti gli esercizi fisici, non bisogna smettere mai definitivamente, altrimenti si torna come prima... peggio di prima: grassi, brutti e rigidi! Sopratutto rigidi mentalmente e ci si ritrova nuovamente stravaccati sul divano a mangiare patatine!
Insomma, il consiglio migliore per una dieta di sicuro effetto è: digiunate per salvarvi la vita, fate esercizio fisico per elasticizzarvi muscoli e tendini e, sopratutto, GIOCATE!!

sabato 22 ottobre 2011

Guglielmo Tell - Festival Internazionale di Regia Fantasio Piccoli



Note di Regia:


La visione di un Guglielmo Tell attuale mi ha tormentato. Difficile la scelta di una identità moderna, anche se lo spirito del personaggio e dell’opera è attualissimo. La difficoltà forse è stata, per me, dovuta alla confusione che crea l’opera evidentemente realista e storica, ma con un protagonista paradossalmente leggendario, non solo perché la sua reale esistenza non è certa, ma proprio perché le sue gesta rasentano il mito del moderno super eroe. Più personaggio eroico cinematografico che teatrale, a mio avviso, con doti invincibili e con superbe virtù sovraumane, che combatte per il popolo e la libertà. Un personaggio troppo ambizioso per le mie modeste capacità amatoriali.

Ho cercato di creare un Tell alla mia portata, che meglio aderisse alla mia visione dell’uomo “libero”, pur cercando di lasciargli l’identità che è sua prerogativa: esiste un solo Guglielmo Tell.

Dovendo lavorare su una parte specifica del copione, ho messo in evidenza, o per lo meno ci ho provato, il forte senso di libertà che la parte in questione mi ha ispirato. La voglia di libertà è un istinto primordiale, umano e non solo, e la prigionia può essere così frustrante che può condurre alla follia. E se non sono lacci e corde a tenere legati, ma reti invisibili fatte di pregiudizi e minacce e paure, allora, forse, la pazzia è l’unica maniera di essere veramente liberi.

È per questo che il mio percorso rappresentativo va dalla evasione alla carcerazione, ho scelto un percorso inverso.

Maria Adele

Festival di Regia Fantasio Piccoli 2011 - Selezione Territoriale Mesagne

http://www.facebook.com/?ref=home#!/event.php?eid=251849688200674&notif_t=event_invite

Giovedì 27 ottobre
Venerdì 28 ottobre
Sabato 29 ottobre alle ore 20.00
Luogo
TEATRO COMUNALE - MESAGNE
Creato da
Maggiori informazioni
Sabato 22 Ottobre - ore 11,30: Conferenza stampa di presentazione dell'evento, presso il Teatro Comunale di Mesagne.
Quest'anno i Registi partecipanti si confronteranno sul testo di Friedrich Schiller "Guglielmo Tell". Oltre alle Selezioni Territoriali Puglia, il Teatro Comunale di Mesagne ospiterà, 17-18-19 Novembre, la FINALE NAZIONALE DEL FESTIVAL INTERNAZIONALE DI REGIA TEATRALE.

Concorso Letterario per opere edite IO SCRIVO


http://www.facebook.com/#!/event.php?eid=262361057112151

lunedì 1 agosto alle ore 0.00 - 24 ottobre alle ore 23.30
Luogo
Italia
Creato da
Maggiori informazioni
Apre i battenti un nuovo concorso indetto dal Blog “Il Giallista”, dedicato agli autori emergenti che hanno pubblicato o auto pubblicato la propria opera e che premierà il vincitore con la distribuzione. Si tratta di “IoScrivo”.
Per chi ha avuto la fortuna di vedere realizzato il proprio sogno, e cioè la pubblicazione del suo libro, si sarà presto reso conto di un problema impo...rtantissimo: la distribuzione, anzi, la mancata d...istribuzione. Molto spesso, infatti, le opere degli autori sconosciuti (o autopubblicate) si riescono a vendere soltanto tramite le librerie online. Sì, possono essere ordinate in tutte le librerie tradizionali, ma i tempi sono lunghissimi e non vi è la comodità di avere subito il libro disponibile.
A questo proposito, è nato “Io Scrivo”!
Un concorso che premierà il vincitore con la visibilità del proprio libro negli scaffali delle librerie aderenti alla nostra iniziativa. L’opera vincitrice, infatti,(ringraziando tutte le libreria che hanno già aderito, e quelle che presto lo faranno) sarà ospitata nelle librerie del nostro elenco. In questo modo, l’opera classificatasi al primo posto, avrà una maggiore possibilità di vendita e potrà essere notata e letta da un maggior numero di lettori.Per qualsiasi informazione potete contattarci al seguente indirizzo: igiallisti@virgilio.it
Qui, l’elenco delle librerie aderenti al concorso, che sarà aggiornato periodicamente. http://ilgiallista.blogspot.com/2011/07/elenco-librerie-concorso-ioscrivo.html

Di seguito, il Bando:

1) Il concorso è aperto a tutte le opere edite (anche auto pubblicate online con editori come ilmiolibro.it, boopen, lulu…) in lingua italiana;

2) Possono partecipare opere di tutti i generi, romanzi, saggi, biografie, raccolte di poesia, antologie di racconti.

3) Ogni autore può partecipare con un massimo di quattro (4) opere, e la quota di partecipazione è riferita ad ogni singolo dattiloscritto.

4) I partecipanti dovranno inviare una copia dell’opera (in formato cartaceo o digitale al seguente indirizzo e-mail: igiallisti@virgilio.it), con allegato dati anagrafici, indirizzo, numero di telefono, piccola biografia dell’autore e una sinossi dell’opera;

5) Le opere dovranno essere spedite entro il 24 ottobre 2011 (per i manoscritti inviati in formato cartaceo, per posta tradizionale, farà fede il timbro postale)

6) La quota di iscrizione, per ciascuna opera, è di € 10,00, relativa a spese di gestione.

7) Non vi è un alcun limite di battute.

Premio
Primo classificato

L’opera vincitrice sarà ospitata (in max 5 copie per libreria) in tutte o in alcune (a completa scelta dello scrittore) librerie aderenti all’iniziativa, con la formula commerciale conto vendita. Segnalazione sul blog "Il Giallista";
Esposizione permanente dell'opera nell'apposita vetrina Vincitori Concorso “IoScrivo”;

Secondo e terzo classificato:
Segnalazione sul blog "Il Giallista";
Segnalazione dell’opera alle librerie aderenti all’iniziativa.

Per partecipare, ricevere informazioni e inviare le copie
Scrivere a
igiallisti@virgilio.it