lunedì 26 marzo 2012

"Se non la sposo, non muoio" a Maruggio




"SE NON LA SPOSO, NON MUOIO"


"CI NO' LA SPOSU, NO 'NCI MUERU"
La mia commedia portata in scena in quel del Tarantino!

dalla
"FILODRAMMATICA MARUGGESE" di Maruggio (TA)




Il tema della commedia è la diversità presa con ironia e vissuta con leggerezza e positività.



La diversità che rende unici e preziosi chi la porta e arricchisce chi riesce ad accettarla.



In ogni commedia che ho scritto, e che i miei compagni d’avventura e di palco hanno pazientemente portato in scena, parlo di discriminazioni non per criticarle, ma per accentuarne l’assurdità.



Il tutto con un pizzico di autoironia e tanta tanta passione.



La donna “ritardata mentale”, o come si preferisce chiamarli ora “diversamente abile”, personaggio centrale della commedia ci dimostra attraverso il filtro della sua ingenuità come la diversità sia solo un preconcetto dei “normodotati”.





La trama è nel titolo stesso: un padre, preoccupato da un futuro “incerto”, vuole a tutti i costi trovare un marito per la figlia, una figlia “diversa” e già in età avanzata per cui di difficilissima sistemazione.





Tutto comincia con una proposta di matrimonio inaspettata per Caterina e che porta speranza e alleggerisce il cuore dei coniugi Lopiscopo.

Purtroppo per loro scoprono ben presto che hanno malinteso dato che la proposta arrivata è per la seconda figlia. Questo porterà i coniugi esasperati a comportamenti paradossali che tanto hanno in comune, purtroppo, con la vita reale!

Difatti l’epoca è attuale ma appaiono nella storia personaggi come la maga e la sensale tipici di un mondo culturale e di credenze popolari primitive.


Insomma nella commedia c’è un po’ di tutto questo. Un minestrone spero bello e divertente, ma sempre a lieto fine!!



Le foto sono state gentilmente offerte dalla FILODRAMMATICA MARUGGESE.
Grazie!

Buon palcoscenico!



Maria Adele Popolo



--
Postato da Maria Adele su Maria Adele Popolo il 3/26/2012 11:23:00 AM

Nessun commento:

Posta un commento