martedì 30 novembre 2010

Altri Sogni 2: Microintervista a Maria Adele Popolo

http://www.facebook.com/profile.php?id=100000098578531#!/note.php?note_id=168811496485183&id=100001201359731


Realizzando il secondo numero di Altrisogni abbiamo imparato a conoscere un'autrice interessante che ha saputo unire una narrativa sottilmente tetra alle tradizioni agresti della nostra Italia, fatte di sapori e di riti la cui origine affonda nei tempi più remoti. È Maria Adele Popolo, protagonista di questa micro-intervista.
Altrisogni: L'horror che caratterizza il tuo racconto è sottile e contenuto, eppure presente con un retrogusto preciso. Ti piace questo approccio nella narrativa di genere?

Maria Adele Popolo: Sì, mi piace sia scriverlo che leggerlo. Il genere horror che preferisco è quello privo di scene truculente, di mostri deformi, zombie o assurde creature, anche se ammiro chi è capace di crearle, preferisco più horror psicopatici, se così si può dire.


A.: Ti occupi di teatro e scrittura: è un connubio vincente, per te?


M. A. P.: Il teatro è scrittura. Senza un copione non c'è teatro e il copione è un testo di scrittura meravigliosamente mutevole. Il bello del teatro è che la scrittura cambia con esso, o viceversa. Sì il connubio è vincente, credo che scrivere un copione, scrivere un racconto, un romanzo, sia la stessa cosa. Lo scrittore è prima attore, personaggio, protagonista, antagonista, e dopo è autore. Sinceramente in ogni mio scritto c'è un po' di teatralità.

A.: Come sviluppi le trame delle tue storie? Che metodo segui?


M. A. P.: Non ho mai pensato al metodo, forse non ne ho uno. A volte parto da un piccolo fatto: un oggetto, una parola detta lì per lì, una persona incontrata per caso. A volte, per le storie più articolate, mi rifaccio ad alcuni avvenimenti reali, che amo trasfigurare, mascherare, deformare, fino a renderle nuove, assurde e, lo confesso, il più ermetiche possibile!



E tutto quello che ha detto possiamo davvero ritrovarlo nelle parole ricercate del suo Succo di vita, sul numero 2 di Altrisogni. Grazie a Maria Adele e... ci vediamo tra le nostre pagine e qui su FB.





2 commenti:

  1. Complimenti per essere stat amicro-intervistata!
    Interessante questa rivista Altrisogni. Quasi quasi ci provo anc'io a mandare qualcosa.

    Ciao ciao!

    http://iraccontinelcassetto.blogspot.com/

    RispondiElimina
  2. provaci dai!! procedura di invio sul numero di Altri Sogni 02 !:)

    RispondiElimina